giovedì 26 luglio 2012

Dentro o fuori dagli schemi. Opportunisti o corretti

Esistono due categorie ben distinte di persone. Non sono le uniche. C'è l'opportunista inserito nel sistema e c'è il corretto che vive fuori dagli schemi.
Categorie in conflitto aperto.

Il successo dell'opportunista
L'opportunista inserito nel sistema crede che il successo sia l'avanzamento di carriera. Punta tutto sull'interesse personale. Promuove se stesso tramite esagerazioni e omissioni di verità. Ignora con noncuranza che la sua progressione schiaccerà le persone a lui subordinate. Ha una strana percezione del valore personale: si vanta dei titoli accademici conseguiti, della sua vasta rete di contatti, della sua esperienza e della sua scaltrezza.

I titoli e i certificati sono fogli di carta ottenuti con i metodi più vari. Astrazioni che non arricchiscono la vita. Difficile incontrare veri maestri. Chi raggiunge i suoi traguardi non perde il suo tempo a (cercare di) insegnare le sue nozioni a giovanotti disinteressati e confusi. Spesso chi sta alla cattedra è solo un altoparlante che fa la sua lezione e poi tanti saluti. Una persona che si accontenta di ripetere cose dette da altri per racimolare due soldi. I veri insegnamenti arrivano da un numero ristretto di cari e dalle nostre riflessioni.
I contatti perdono lo status di persone e diventano oggetti da sfruttare. Se non stanno al gioco vengono rimossi. Sono oggetti da sfruttare anche in ambito sentimentale, perchè l'opportunista non sa più distinguere tra affari e sentimenti. Esperienza e scaltrezza si possono sintetizzare in "mi hanno fatto passare dei brutti momenti, ma ora sono diventato stronzo anch'io". Così ci si vendica su terzi.

Contraddizione inammissibile
L'opportunista è profondamente inserito nel sistema. Lo stesso sitema incita all'opportunismo, è come una scala pericolante, che fornisce però appigli abbastanza saldi se vuoi arrampicarti. Si nota una contraddizione curiosa: nonostante l'individuo abbia bisogno del sistema, questo verrà sempre disprezzato.
Esempio.
L'individuo parlerà sempre male del sistema Italia, quando il sistema Italia gli ha permesso di nascere in un luogo asettico, di crescere senza malattie, di vivere nella civiltà e di avere un'istruzione dignitosa. Il sistema Italia ha anche numerose pecche, ma vedere solo i lati negativi è sintomo di grave ottusità e malizia gratuita.
Questo succede perchè la caratterista fondamentale dell'opportunista inserito nel sistema è l'insoddisfazione permanente. Quella continua voglia di rimettersi in gioco, di sbagliare e di agire con prepotenza sugli altri.
Un difetto che, in ogni caso, l'opportunista non ammetterebbe mai. Perchè tanto "è normale: fanno tutti così."

Non è vero.

La persona corretta che vive fuori dagli schemi
Il pregio degli esseri umani è quello di saper sviluppare condotte differenti, flessibili e quindi efficaci per ogni problema incontratro. Se alcuni si approfittano del sistema e ci sguazzano dentro, altri ne restano fuori e vivono nell'onestà e nel rispetto.

La persona corretta tende alla felicità, non al successo. Non all'arrampicata sociale. Il raggiungimento della felicità personale e del prossimo sono i veri obiettivi. Sono i veri motivi di fierezza. La società è fatta di singoli individui che interagiscono e solo rispettando gli altri si può vivere senza colpe. 

La persona fuori dagli schemi non crede nelle tendenze. Il valore di un essere umano non è il vestito che porta, non è la marca del computer e del cellulare che usa. Non sono i titoli conseguiti o i lavori svolti. Il valore di una persona sta tutto in ciò che è. Vita non significa lavorare per un padrone e racimolare lo stipendio per la macchina o per la vacanza. Vita significa riflettere, significa coltivare e condividere felicità. Vita significa ascoltare noi stessi e far combaciare i nostri interessi con quelli di chi amiamo.   

Solo una persona corretta può insegnare agli altri, ma senza imporsi. Insegna con l'esempio. Solo lei può comprendere gli altri. Solo lei non esclude chi è controcorrente. Tuttavia incontrerà molte difficoltà: troverà sempre qualcuno d'intralcio. Che la disprezza e che la deride. Che critica ogni sua frase, perchè sincera e considerata offensiva da chi non ha una condotta altrettanto dignitosa. Verrà altresì esclusa dalle cerchie di molte persone, guardata con diffidenza. "Impossibile che sia sincera" pensano i più "non potrebbe sopravvivere un secondo in questo mondo."

La persona corretta fuori dagli schemi, paradossalmente, non disprezza sempre il sistema. A volte prova anche grande stima. Il sistema consente sì agli opportunisti di portare avanti le loro strategie, ma consente anche agli onesti di divulgare la propria voce.

Nessun commento:

Posta un commento