domenica 31 marzo 2013

A messa: pecoroni e letture soporifere

A volte in fondo alla chiesa si accumula un gregge di pecoroni, timorosi del buon pastore sull'altare. Si concentrano così tanto che è difficile farsi strada in mezzo a quella calca. Non mi riferisco a quei residenti che hanno l'abitudine di piazzarsi lì perchè è una vita che lo fanno, ma alla gente che accorre due volte all'anno e preferisce restare nascosta nell'ombra quando c'è tutta la chiesa a disposizione. Come se provassero vergogna.
Basta che facessero due passi in avanti e potrebbero respirare e lasciare libero il passaggio, ma preferiscono rimanere un gregge di pecoroni.

Un'altra caratteristica tipica della chiesa è l'aria assopita di molti dei presenti. La causa generale è lo svolgersi dei riti religiosi: non vengono vissuti attivamente come succede in Africa, per esempio, dove i fedeli si prodigano in balli e canti collettivi. Un'altra causa, più specifica, sono le letture. Il come vengono lette. Sembra di ascoltare la voce automatica della stazione dei treni. Nessuna intonazione, voce amorfa. La tentazione di sbadigliare ripetute volte.
Bisognerebbe metterci un po' di enfasi nella lettura, un po' di pathos. Una frase tragica non può risuonare piatta come quella più leggera. Bisogna stimolare immaginazione in chi ascolta, non sonnolenza...

giovedì 14 marzo 2013

Una signora al seggio...

...non conoscendo nessuno dei candidati, ci fa "Se almeno ci fossero le fotografie votare sarebbe più semplice". Come se una persona fotogenica meriti la nostra fiducia più di un'altra. E purtroppo accade spesso.

giovedì 7 marzo 2013

Sprechi sgargianti, regali sgargianti

Sono contrario agli sprechi. Così in casa o quando lavoro e non mi vede nessuno indosso magliette sgargianti arancioni, celesti... Roba inguardabile, il contrario di come mi piace apparire. Perchè sennò si consuma nel cassetto. Uno spreco. Poi succede il guaio. Una persona cara, ormai di famiglia, mi vede con le magliette sgargianti e mi fa un regalo: una maglia sgargiante. Adesso devo chiederle se me la cambia. Magari con una nera come il pacco regalo, o grigia, verde pallido, sbiadita... Mi hanno incastrato.