martedì 19 febbraio 2013

Radicchio rosso tardivo di Treviso

Mentre l'idea di piantare i melograni a Cadine perde sempre più credito - i melograni hanno bisogno di mesi caldi per fruttificare e, guarda caso, fruttificano molto tardi, si fa strada il progetto Radicchio rosso tardivo di Treviso.
Questa specialità deliziosa di radicchio non è altro che il cuore della pianta fatto rinascere a tradimento nel mese di dicembre, tenendo a mollo le sue radici nell'acqua tiepida. Ora qui non abbiamo una serra riempita d'acqua, ma per poche piante credo che possa bastare un contenitore e un continuo travaso d'acqua per non farla raffreddare.

Nota: il radicchio rosso tardivo sarà buono finché si vuole, però non è nutriente, visto che la parte che si mangia non vede mai il sole e le radici bevono solo acqua.


venerdì 1 febbraio 2013

Feste di laurea a Baselga

La combriccola di studenti che viene su a far festa stasera sembrava abbastanza tranquilla. Universitari, leggermente più maturi dei soliti. E poi hanno fatto tutti il biglietto.
Una volta scesi, superato l'attimo iniziale di smarrimento, hanno cominciato a prendersela con le lamiere dei manifesti elettorali e il cestino. L'aria di Baselga li deve far tornare allo stato brado. Ma forse sono solo sfoghi politico-elettorali e non combineranno nient'altro. Senza contare che, se anche uno solo di loro si fa una bella impressione del posto, allora l'iniziativa è buona. Ho già sentito diversi che conoscono Baselga perchè sono stati su a una festa. Da cosa nasce cosa. Forse.