giovedì 13 ottobre 2011

Energia corale

Consiglio a tutti di ascoltare i cori da vivo, di chiesa, di montagna, degli Alpini, o di qualche posto esotico, quelli che preferite. Rilasciano quell'energia che non troverete da nessun'altra parte. Il testo di solito è semplice, parla di spighe di grano, fiori, montagne, cielo, Dio, cose del genere. È la potenza tridimensionale delle voci che colpisce l'animo.
Al funerale dello zio avevano cantanto una canzone impressionante. Ritornello che faceva tipo quella casa, quella casa, la casa del Signore, la più bella che c'è...
Però meritava, l'avrei registrata tanto era bella.
Restano sette giorni scarsi per il concorso fotografico a Baselga, visto che ne occorrono almeno due per sviluppare le foto. Con una buona macchina si poteva sfruttare la bella luna di queste sere. Ieri è sorta proprio sopra le case nuove. Se qualcuno si fosse posizionato su uno dei tetti e gli avessero fatto la foto da lontano, la luna sullo sfondo sarebbe apparsa enorme.

Nessun commento:

Posta un commento